• Dott.ssa Giulia Marchesi

IL GRILLETTO CHE DA' PIACERE


Il clitoride è una struttura che si estende molto di più della sua parte visibile (il glande): quest'organo meraviglioso è costituito infatti da strutture più profonde. Quello che noi vediamo si trova sulla parte anteriore della vulva, esattamente dove si uniscono le piccole labbra sotto una piega della pelle che lo copre, chiamata cappuccio (prepuzio).

La sua conformazione è in realtà più complessa e la sua forma assomiglia ad una Y .

Il clitoride si può dividere infatti in tre: le due radici, il corpo e il glande.

Le radici della clitoride (corpi cavernosi) sono costiuite da due metà laterali oblique di forma cilindirca e simmetriche che avvolgono la vagina.

Portandosi in al­to e medialmente le radici convergono superiormente verso il centro della vulva, in una formazione impari, il corpo del clitoride.

Quest’ultimo per un breve tratto si porta in alto e in avanti, prima di piegarsi bruscamente in basso e in dietro (angolo del cli­toride) per terminare con una formazione leg­germente rigonfia, il glande del clitoride (quello che noi vediamo).

Il corpo della clitoride (corpo spongioso) nasce dalla fusione di due colonne di tessuto erettile, i bulbi del vestibolo.

Essi originano dal centro tendineo del peri­neo e, portandosi in avanti, coprono le facce la­terali dei bulbi del vestibolo fino a raggiungere le radici del clitoride sulla cui superficie si inse­riscono; alcuni fascetti circondano il corpo del clitoride abbracciandolo completamente. Il corpo del clitoride è avvolto da una mem­brana fibroelastica ed è mantenuto nella sua po­sizione da formazioni legamentose.

Queste strutture erettili permettono una sorta di imbottitura/cuscinetto adatto alla penetrazione e una stimolazione erotica alle parti più profonde del clitoride.

La vagina ha modo di allungarsi anteriormente grazie al rigonfiamento di queste strutture erettili durante l’eccitamento sessuale.

Tutto l’organo contiene circa 8.000 terminazioni nervose, più di qualunque altra parte del corpo – e circa il doppio rispetto al pene; può misurare fino a 10 cm di lunghezza.

Il clitoride è l'organo dell'appartato genitale femminile più importante per il piacere della donna ed è l’unico organo ad avere esclusivamente quella funzione.

Per molti uomini, e anche per molte donne in realtà, è ancora qualcosa di sconosciuto.

Il piacere ha bisogno di tempo e di esplorazione, ogni donna è diversa e non ci sono lezioni valide per tutte: è sicuramente essenziale conoscere bene il proprio corpo per aiutare il /la partner a toccarci nel modo giusto (ad alcune un tocco può dare fastidio, ad altre creare estremo piacere).

Le donne riescono facilmente a raggiungere l'orgasmo da sole tramite la stimolazione del glande, mentre se quest'ultima viene fatta da un uomo non sempre lo si raggiunge. Questo perchè gli uomini hanno meno conoscenza di quest'organo e spesso non sanno come toccarlo. Sapere che il clitoride non è solo la parte visibile, permette di sperimentare per cercare sensazioni piacevoli all'interno della vagina!

Alcune curiosità:

- Il termine clitoride si ritiene derivi dal greco kleío, cioè chiudo, o kleís, cioè chiave, a cui si aggiunge come secondo elemento dorís, diminutivo di dorá, cioè pelle.

Oggi, nella lingua italiana, il sostantivo si può usare sia al femminile che al maschile (per influenza francese).

- Durante lo sviluppo embrionale, le cellule che formeranno il pene del feto maschio sono le stesse che formeranno il clitoride nella femmina.

Immagine: tratta da Medicinaonline

#vulva #vagina #clitoride #piacere #orgasmo #donna #donne #eccitazione #tessutoerettile #radicidelclitoride #glandedelclitoride #corpicavernosi #sesso #stimolazione #conoscersi #esplorare #anatomia

66 visualizzazioni

© 2018 SE 4 Sex Education - Partita IVA 04207760234

SE è un marchio registrato - Privacy Policy - Cookie Policy

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale