• Dott.ssa Giulia Marchesi

LA PEGGIORE IMPOTENZA E' DIMENTICARE CHE C'E' UN AIUTO!


La disfunzione erettile è definita come la persistente incapacità a raggiungere e/o a mantenere un’erezione sufficiente a condurre un rapporto sessuale soddisfacente.

Più precisamente, secondo il DSM V, deve essere presente (in tutte le occasioni di attività sessuale) almeno uno dei seguenti sintomi:

- marcata difficoltà ad ottenere un’erezione durante l’attività sessuale

- marcata difficoltà a mantenere l’erezione fino al completamento dell’attività sessuale

- marcata diminuzione nella rigidità dell’erezione.

I sintomi, come per tutte le disfunzioni sessuali, devono essere protratti per almeno 6 mesi.

E’ un problema medico molto diffuso che colpisce almeno un uomo su 3 fra i 40 ed i 70 anni e può insorgere a qualsiasi età.

L’età infatti è uno dei principali fattori di rischio, poiché con l’invecchiamento anche le caratteristiche dell’erezione subiscono mutamenti .

Quali sono le cause di questa disfunzione?

Possono essere di natura organica, psicologica o più comunemente una combinazione di entrambi i fattori.

Infatti, un’iniziale difficoltà organica può essere amplificata dall’ansia e dalla paura di non riuscire.

Le cause di tipo organico più comuni sono:

– malattie vascolari, quali l’ipertensione, il diabete, alti livelli di colesterolo e l’indurimento delle arterie (arteriosclerosi) – malattie croniche (diabete mellito, insufficienza renale, insufficienza epatica) – problemi neurologici (parkinson, alzhaimer, sclerosi multipla) – squilibri ormonali (ipotestosteronemia, iperprolattinemia, distiroidismo, alterazioni surrenaliche) – traumi alla zona pelvica – assunzione di farmaci – stile di vita errato: sedentarietà, obesità, fumo, alcool, droghe.

Mentre tra i fattori psicologici, si possono considerare: stress, depressione e/o ansia, oltre a problemi relazionali di coppia. L’ansia da prestazione è una condizione molto frequente in chi soffre di questa disfunzione sessuale, poiché la paura di un possibile insuccesso crea paura di fallire nel soggetto che è intento all’atto sessuale: questo può inibire l’erezione.

E’ importante, per chi pensa di soffrire di difficoltà erettili, una visita da un andrologo per appurare eventuali cause organiche e fare un’anamnesi completa. I trattamenti solitamente consistono in terapie farmacologiche, protesi e/o onde d’urto.

Sarà poi utile valutare aspetti psicologici assieme ad un sessuologo (psicologo e/o psicoterapeuta).

Se questa disfunzione si presenta in episodi isolati è comunque consigliato un approfondimento sulle cause che la provocano.

"La peggiore impotenza è dimenticare che c’è un aiuto" (James Richardson)

Immagine: tratta dal web

#turgore #flaccidità #pene #erezione #disfunzioneerettile #disfunzionesessuale #DSMV #andrologo #sessuologo #anamnesi #visita #causeorganiche #causepsicologiche #ansia #ansiadaprestazione #depressione #stress #fumo #obesità #alcool #droghe #malattiecardiovascolari #malattieneurologiche #pelvi #farmacia #coppia #uomo #uomini #ormoni #invecchiamento #sesso #attivitàsessuale

17 visualizzazioni

© 2018 SE 4 Sex Education - Partita IVA 04207760234

SE è un marchio registrato - Privacy Policy - Cookie Policy

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale