• Dott.ssa Giulia Marchesi

SEXTING... PIU' CONSAPEVOLE!


Il termine “sexting”, deriva dall’unione delle parole inglesi “sex” (sesso) e “texting” (pubblicare testo).

Quindi consiste nell’invio e/o la ricezione e/o la condivisione di immagini e/o video sessualmente espliciti o comunque attinenti alla sessualità.

Spesso foto e video sono realizzati con smartphone o tablet e condivisi tramite essi su social o applicazioni di messaggistica istantanea.

A volte, anche se queste contenuti vengono inviati ad una singola persona, vengono poi diffuse in maniera incontrollabile a terzi (conosciuti e/o sconosciuti), rimanendo disponibili online per molto tempo, creando problemi sia alla persona che li ha inviati sia a chi li ha poi condivisi.

Inoltre, è bene tenere presente che se le foto/video ritraggono un soggetto minorenne si configura il reato di distribuzione di materiale pedopornografico.

Ma cos’è che invoglia ad inviare foto o video sessualmente espliciti a qualcuno?

Se fatto tra adulti può essere un modo per ravvivare il rapporto di coppia o tenere in vita un rapporto a distanza (anche se comunque non è esente da rischi e la cronaca ce ne ha dato prova più di una volta), per gli adolescenti il discorso cambia.

Sicuramente tra i motivi c’è la voglia di esplorare la propria sessualità, il desiderio di ottenere l’approvazione di qualcuno, la ricerca di attenzione, ma anche come “prova d’amore”.

L’aspetto che dobbiamo tenere presente è che per loro fare sexting non è rischioso, perché convinti che non sia da considerare un vero e proprio comportamento sessuale. Questo perché non comprendono che anche l’online sia vita reale!

Per loro è semplicemente un modo per mettersi alla prova, per approcciare al sesso senza farlo davvero, per divertirsi, per sciogliere l’imbarazzo.

Ma i pericoli sono tantissimi poiché l’online non è un ambiente protetto (anche se viene percepito come tale) e l’immediatezza con cui viene inviata una foto bypassa il pensiero sull’azione che si sta compiendo.

I ragazzi inoltre non riflettono sulla labilità delle loro relazioni (amicali e/o sentimentali): una foto inviata oggi potrebbe ritorcersi contro se il rapporto con quella persona finisce o si incrina (a tal proposito vi rimando alla lettura di un articolo sul Revenge Porn scritto dalla collega Valentina Bartolomei e che trovate sul blog www.cuoresesso.com).

Questo fenomeno, proprio per l’uso a volte smodato della tecnologia, è in aumento ma è bene utilizzarlo con consapevolezza e con qualche piccola accortezza: ad esempio, può essere d’aiuto che le foto o video non contengano mai immagini del viso o tratti distintivi della persona ritratta.

Sembra una banalità, ma a volte una piccola accortezza può fare molto!

Una riflessione mi viene spontanea da tutto ciò: quanto bisogno abbiamo di fidarci completamente dell’altro? Perchè la base è tutta qui: la fiducia.

Riflettiamoci….

Immagine: dal web

#sex #sesso #sexting #foto #video #contenutiespliciti #adolescenti #adulti #fiducia #mostrarsi #imbarazzo #online #attenzioni #smartphone #condivisione #pericoli #reato #consapevolezza #accortezze

36 visualizzazioni

© 2018 SE 4 Sex Education - Partita IVA 04207760234

SE è un marchio registrato - Privacy Policy - Cookie Policy

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale