• Dott.ssa Giulia Marchesi

TUTTI SU!


Può sembrare banale parlarne, ma in realtà non tutti sanno esattamente come funzioni: parliamo di Erezione!

Che cos'è?

L'erezione è un complesso e delicatissimo meccanismo che consiste in un riflesso spinale che permette l'aumento del turgore e delle dimensioni del pene.

L'erezione peniena è il susseguirsi di fenomeni che richiede l'interazione di fattori psicologici, neurologici, ormonali e vascolari.

Tale fenomeno rispecchia lo stato di eccitazione sessuale maschile e può essere indotto da una stimolazione genitale locale (erezione riflessa) e/o da uno stimolo centrale (visivo, uditivo, gustativo, olfattivo o da fantasie) ricevuto dal cervello o da esso generato (erezione psicogena).

L'erezione può verificarsi anche durante il sonno, nel corso delle fasi REM.

Il fisiologico meccanismo della erezione peniena è dipendente da un delicato equilibrio tra contrazione e rilassamento della muscolatura liscia trabecolare dei corpi cavernosi.

Questi ultimi costituiscono i due organi vascolari erettili del pene e sono di fatto comparabili a delle spugne.

Il fenomeno dell'erezione può essere suddiviso in sei fasi:

- flaccidità: il pene è flaccido per la contrazione della muscolatura liscia delle arterie cavernose e dei sinusoidi;

- riempimento iniziale: il rilasciamento della muscolatura liscia permette l'inizio del riempimento dei corpi cavernosi. Questo provoca un aumento di diametro delle arterie cavernose

- tumescenza: il pene aumenta il suo diametro e la sua lunghezza, a seguito dell'incremento della pressione intracavernosa (i corpi cavernosi incorporano notevoli quantità di sangue)

- erezione completa: questa fase è caratterizzata dal raggiungimento del picco massimo di pressione intracavernosa

- rigidità: incrementa la pressione intracavernosa, in modo da impedire, comprimendo arterie e vene, sia l'afflusso arterioso che il deflusso venoso penieno (intrappolando così il sangue nei corpi cavernosi)

-detumescenza: fase successiva all'orgasmo e all'eiaculazione. Dalla fase di rigidità si passa direttamente o, più frequentemente, dopo una fase di erezione incompleta, alla detumescenza peniena completa , in cui la muscolatura liscia delle arteriole cavernose e delle trabecole lacunari si contrae. Ne deriva una riduzione progressiva della pressione intracavernosa.

Si riaprono anche i canali di deflusso venoso.

Il ritorno allo stato di flaccidità coincide con l'eiaculazione, ossia l'emissione dello sperma.

Affinchè l'erezione si verifichi, sono da tenere in considerazione anche altri fattori: una buona salute generale, ansia ridotta, poco stress, desiderio sufficiente... quindi, come detto sopra, è una combinazione di corpo, mente ed emozioni! Immagine: vignetta "Vanessi" tratta dal web

#pene #erezione #eccitazione #sangue #pressione #corpicavernosi #sesso #uomo #uomini #erezionepeniena #flaccidità #tumescenza #orgasmo #eiaculazione #contrazione #rigidità #dimensioni #turgore #sperma

24 visualizzazioni

© 2018 SE 4 Sex Education - Partita IVA 04207760234

SE è un marchio registrato - Privacy Policy - Cookie Policy

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale